Scegliere di prenotare (o regalare) una seduta online di Mindfulness contro ansia e stress

Scegliere di prenotare (o regalare) una seduta online di Mindfulness contro ansia e stress

Capita anche a te di vivere situazioni di ansia, stress, paure, nella tua vita personale o in quella professionale?

La Mindfulness allora è ciò che fa per te e che può aiutarti a gestire le emozioni quotidiane.

Nel caso di esigenze professionali, può aiutarti a rendere ancora più efficaci le tue competenze e migliorare il rapporto con clienti, colleghi, dipendenti.

Perché non regalarti – o regalare – una consulenza di Mindfulness? In fondo all’articolo trovi i dettagli su info e costi.

Prenota QUI il tuo incontro o chiedimi maggiori informazioni.

Perché scegliere la Mindfulness

Con la Mindfulness – che non è una disciplina mistica ma consiste in tecniche ben precise – puoi:

  • riprendere il controllo sulle tue emozioni
  • imparare ad alleviare situazioni di ansia, stress, paure, preoccupazioni
  • gestire momenti di rabbia/perdita del controllo
  • ritrovare la concentrazione  
  • aumentare la consapevolezza su ciò che vivi
  • interrompere gli schemi di pensiero negativi
  • recuperare la giusta prospettiva
  • ristabilire una visione più chiara delle cose
  • visualizzare i tuoi obiettivi

Ed io non vedo l’ora di guidarti in questo percorso e insegnartelo.

sedute online mindfulness mamme e donne incinta per gestire ansia, stress, paure, parto, depressione, gravidanza

Grazie al percorso sulla Mindfulness puoi migliorare il tuo approccio alla vita e imparare a gestire le emozioni negative e quelle positive in modo costruttivo, senza attivare il pilota automatico.

Per me non è stato facile superare uno scetticismo iniziale, perché ho sempre creduto che mettere in atto pochi accorgimenti e apprendere tecniche di pensiero specifiche fosse inutile, non potesse funzionare e non facesse per me.

Poi ho fatto il primo passo e ho capito che – come sempre accade – esperienza e pratica fanno la differenza. I pregiudizi hanno lasciato il posto al rammarico per non aver imparato tutto ciò molto tempo fa.

Lo stesso pensiero che so per certo avrà ogni persona che vorrà concedersi un momento per scoprire di cosa parlo e ritrovare la serenità anche in quegli istanti in cui sembra di perderla.

È stato proprio il mio bisogno di trovare tranquillità nella vita quotidiana in questo anno assurdo, che mi ha fatto avvicinare alla Mindfulness.

sedute online mindfulness mamme e donne incinta per gestire ansia, stress, paure, parto, depressione, gravidanza

È stato un percorso di formazione e di scoperta che mi ha portato a conquistare la connesione tra mente e corpo, la capacità di essere consapevole, di accettare e di accettarmi, di respirare, di comprendere emozioni e stati d’animo e controllare quelli negativi.

L’equilibrio.

La quiete nonostante paure ed incertezze.

La calma anche dentro la confusione di ogni giorno.

Ho imparato ad alleviare ansia e stress – due compagni indesiderati che mi sono stati alquanto fedeli soprattutto da quando sono mamma – e ad affrontare le sfide.

Cos’è la Mindfulness

La mindfulness ha iniziato a diffondersi nel ’79, grazie agli studi del suo fondatore, Jon Kabat-Zinn, biologo e professore della School of Medicine dell’Università del Massachussets. Introdusse questa forma di meditazione in ambito ospedaliero ideando il Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR), un protocollo nato per persone che soffrono di dolori cronici e per malati terminali, e che oggi viene utilizzato anche per la gestione dello stress nella vita quotidiana.

La Mindfulness è una disciplina che insegna a vivere in pieno il momento presente, con accorgimenti da integrare nella propria quotidianità senza stravolgere la routine, insegna a prendere consapevolezza del proprio corpo e di noi stessi senza giudicarci, e consente di raggiungere uno stato di positività nel momento del bisogno, accogliendo le proprie sensazioni sia fisiche che mentali.

Una pratica che ti consente di vivere il momento presente in modo consapevole, senza rimuginare sul passato o fantasticare sul futuro.

sedute online mindfulness mamme e donne incinta per gestire ansia, stress, paure, parto, depressione, gravidanza

La Mindfulness è la capacità di “porre attenzione in un modo particolare: intenzionalmente nel momento presente e in modo non giudicante” (Jan Habat-Zinn). E’ una pratica che aiuta la persona ad aumentare la consapevolezza di sé.

Consiste in esercizi pratici attraverso cui imparare a percepire le proprie emozioni per imparare a gestirle.

Le strategie sono adatte a tutti e una volta imparate si possono mettere in atto in qualunque circostanza possa causare stress e far insorgere stati d’animo negativi.

I vantaggi delle consulenze Mindfulness online

La consulenza online individuale e su appuntamento, ti consente di gestire e ottimizzare al meglio il tempo, in totale sicurezza e comodità, con un percorso realizzato sulle tue specifiche esigenze.

Prenota QUI il tuo incontro o chiedimi maggiori informazioni.

sedute online mindfulness mamme e donne incinta per gestire ansia, stress, paure, parto, depressione, gravidanza

Lo sapevi?

Mediamente le persone dedicano al presente solo il 20% del loro tempo: il resto è diviso tra rimurginare sul passato e fantasticare sul futuro. Questo è alla base di ansia, stress, rabbia, frustrazione e di tutte le emozioni negative che influiscono sul benessere emotivo. La Mindfulness può servire potenzialmente a chiunque nella vita di tutti i giorni, ma si rivela particolarmente utile per chi si trova a fronteggiare situazioni di disagio.

Durante il percorso sarò sempre disponibile per rispondere a chiarimenti e consigli, anche fuori dall’orario della seduta.

Arricchire la propria professione con la Mindfulness

Forse non ci hai mai pensato, ma puoi inserire la Mindfulness anche nella tua professione per arricchire la tua pratica lavorativa e migliorare il rapporto con utenti, clienti, colleghi, dipendenti, soci.

Integrare nella propria quotidianità i contributi di Mindfulness permette di acquisire e migliorare le competenze professionali fondamentali nelle relazioni con le persone. Come la capacità di ascolto consapevole, elevati livelli di attenzione, di non giudizio, di gestione delle situazioni complesse, di riconoscimento e contenimento delle reazioni di stress.

La Mindfulness è utile e ti aiuta nelle situazioni in cui ti succede di…

  • Sentirti stressata/o
  • Non riuscire a rilassarti
  • Sentire di non riuscire a fare tutte le cose che vorresti
  • Avere preoccupazioni, ansie, paure
  • Giudicare te stessa/o
  • Avere pensieri negativi verso il futuro
  • Non riuscire a goderti il momento presente
  • Rimuginare sul passato
  • Credere di non riuscire ad avere tempo per te stessa/o
  • Non riuscire a concentrarti completamente su ciò che stai facendo

Queste consulenze sono rivolte proprio a te se…

  • Ti capita di dover affrontare momenti di stress, sensazioni di disagio, ansie verso il futuro
  • Ti accorgi di non riuscire a goderti completamente il momento presente
  • Stai vivendo il “baby-blues” nella fase del post parto
  • Hai voglia di imparare dei metodi da poter integrare nella tua routine per ritrovare serenità
  • Senti di non riuscire ad entrare in sintonia con il tuo bimbo e il tuo ruolo di mamma
  • Hai bisogno di osservare ciò che ti succede con un diverso sguardo
  • Prendere consapevolezza dei tuoi stati d’animo

sedute online mindfulness mamme e donne incinta per gestire ansia, stress, paure, parto, depressione, gravidanza

Informazioni, costi, prenotazioni

INFO E COSTI OFFERTA PER DONNE, E SEDUTE SPECIFICHE PER MAMME E DONNE IN GRAVIDANZA

  • Pacchetto di 10 incontri (3 incontri GRATUITI + 6) -> 105 euro invece di 210 – offerta valida fino a gennaio 2021
  • Pacchetto di 5 incontri (1 incontro GRATUITO + 4) -> 60 euro invece di 115 – offerta valida fino a gennaio 2021
  • Pacchetto di 2 incontri (1 + 1) -> 30 euro invece di 40 – offerta valida fino a gennaio 2021
  • Incontri singoli -> 18 euro invece di 23 – offerta valida fino a gennaio 2021

CONTATTI

Per prenotare o chiedere maggiori informazioni: 340.3818270 – angolodellacalma@gmail.com

Prenota QUI il tuo incontro o chiedimi maggiori informazioni.

NOTA -> gli incontri sono online, individuali, personalizzati e organizzati sulle esigenze espresse – la durata è di 45 min.

(Ulteriori offerte sono riservate alle iscritte alla lista mamme Whatsapp e ad alcuni partner del progetto)

Opzione regalo

Se vuoi regalare a qualcuno che conosci l’opportunità di una seduta/consulenza di Mindfulness, riceverai gratuitamente una cartolina regalo digitale personalizzata – come quelli che vedi qui sotto – e potrai:

  • mandarla direttamente al tuo destinatario nella modalità che preferisci, ad esempio per mail o whatsapp
  • chiedermi di fare una sorpresa ed inviare al tuo destinatario la cartolina (in questo caso dovrai fornirmi il suo indirizzo mail)

Può essere un bellissimo ed originale regalo (anche dell’ultimo minuto) per qualsiasi occasione: compleanni, festività, anniversari, nascite, ricorrenze…! La cartolina va richiesta con un preavviso minimo di 48 ore.

idea regalo originale per mamma donna donna incinta seduta di mindfulness contro lo stress

anteprima cartolina per ogni occasione

anteprima cartolina festività

Se hai altre esigenze, preferisci avere un incontro solo conoscitivo, vuoi ulteriori informazioni o saperne di più, prenotati per una chiacchierata senza alcun vincolo.

Per scoprire meglio chi sono

Clicca QUI per leggere qualcosa in più di me

Clicca QUI per leggere nel dettaglio di cosa mi occupo

sedute online mindfulness mamme e donne incinta per gestire ansia, stress, paure, parto, depressione, gravidanza

Clicca QUI per leggere alcune delle mie principali collaborazioni

Clicca QUI per vedere i sostenitori più attivi ai miei progetti

Iscriviti alla lista whatsapp per ricevere aggiornamenti e informazioni su progetti, eventi, iniziative riservate a mamme e future mamme

Iscriviti alla lista whatsapp per ricevere aggiornamenti e informazioni su progetti, eventi, iniziative riservate a mamme e future mamme

Una novità per mamme e future mamme che vogliono restare aggiornate su progetti, iniziative, opportunità, eventi ed avere occasioni riservate: ho creato una lista whatsapp per poter informare tutte le interessate in modo diretto e costante.

Cosa fare per essere inserite nella lista

E’ possibile contattarmi QUI oppure inviare un messaggio al numero 3403818270, scrivendo il proprio nome e cognome e specificando di voler essere aggiunta alla lista mamme.

iniziative di supporto, aiuto, informazione per mamme e future mamme

Perché è importante iscriversi

Chi farà parte della lista riceverà 1 o 2 messaggi al mese – il disturbo è ridotto al minimo perché so bene che con gravidanze e bimbi piccoli il tempo per leggere è davvero poco – e verrà informata in anteprima su tutte le novità che riguardano i progetti specifici per le mamme e le future mamme.

Se ti iscriverai potrai ricevere informazioni su iniziative a te riservate.

iniziative di supporto, aiuto, informazione per mamme e future mamme

Per saperne di più su alcune delle iniziative già in corso puoi leggere:

 

 

Invita un’amica

Se conosci altre mamme e future mamme a cui pensi possa far piacere essere inserite nella lista, puoi informarle di questa bellissima ed utile occasione.

Ti ricordo che ogni iniziativa del progetto “Mamma… E adesso?” è realizzata per dare supporto, aiuto, informazione.

iniziative di supporto, aiuto, informazione per mamme e future mamme

“Mamma…e adesso?”. Scrivimi per raccontare la tua esperienza.

Percorsi e tecniche di Mindfulness, Rilassamento, Yoga per mamme e donne in gravidanza

Percorsi e tecniche di Mindfulness, Rilassamento, Yoga per mamme e donne in gravidanza

Sono una mamma e da quando sono mamma – a dire la verità fin dalla gravidanza – mi sono trovata ad affrontare momenti non sempre facili all’interno di quello che è un enorme stravolgimento della vita. Momenti fatti di stress, di “riuscirò a fare tutto?”, “sarò capace?”, “farò le scelte giuste?”. Giornate piene senza avere un momento per me, di incertezze, di dubbio sulle mie capacità e di difficoltà nel vivere il momento presente.

Tante domande, tanti dubbi, la testa perennemente in movimento tra un pensiero e l’altro, prendermi cura di tutto e tutti con la sensazione di lasciare indietro me stessa… e poco, pochissimo sonno. Non dormire può diventare la prima causa di un certo nervosismo.

Ad un certo punto mi sono avvicinata alla Mindfulness.

Prenota QUI il tuo incontro o chiedimi maggiori informazioni.

mindfulness come combattere lo stress e l'ansia durante la gravidanza e dopo il parto

Da quando ho iniziato a dare aiuto, supporto, ascolto, informazione alle mamme e future mamme ho capito che non ero l’unica ad attraversare qualche momento di ansia, preoccupazione e stress.

La Mindfulness è una disciplina che insegna a vivere in pieno il momento presente, con accorgimenti da integrare nella propria quotidianità senza stravolgere la routine, insegna a prendere consapevolezza del proprio corpo e di noi stessi senza giudicarci, e consente di raggiungere uno stato di positività nel momento del bisogno, accogliendo le proprie sensazioni sia fisiche che mentali. Le strategie sono adatte a tutti e una volta imparate si possono mettere in atto in qualunque circostanza possa causare stress e far insorgere stati d’animo negativi.

E se ci sto riuscendo io con un piccolo terremoto di un anno che richiede ogni mia attenzione, puoi davvero riuscirci anche tu.

Per curiosità, passione e soprattutto con il desiderio di poter essere sempre un po’ più utile, ho iniziato un percorso per apprendere e trasmettere tecniche di Mindfulness, da unire alle mie competenze e professionalità nell’ambito della Comunicazione. Dalla collaborazione con Elisa Sanguanini è nato questo nuovo progetto.

Mamma… E adesso? Respira e rilassati! Percorsi e tecniche di Mindfulness, Rilassamento, Respirazione, Meditazione, Yoga, Comunicazione Per donne in gravidanza, mamme e mamme insieme ai propri bimbi

mindfulness come combattere lo stress e l'ansia durante la gravidanza e dopo il parto

La locandina dell’iniziativa

OFFERTA VALIDA FINO A GENNAIO 2021 PER INCONTRI ONLINE o in studio

Il PRIMO INCONTRO e la REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO SPECIFICO in base alle proprie esigenze e richieste sono rivolti a tutti e GRATUITI per le donne in gravidanza e le mamme.

  • Dopo il primo incontro – in studio oppure online – si potrà liberamente e senza alcun vincolo scegliere se voler proseguire il percorso, che in totale prevede 5 appuntamenti individuali (1 gratuito + altri 4).

oppure

  • Puoi scegliere la formula 1+1 che prevede il primo incontro sempre gratuito e un secondo appuntamento mirato alle tue esigenze.

Le ISCRIZIONI aprono il 15 novembre e i POSTI sono LIMITATI.

mindfulness come combattere lo stress e l'ansia durante la gravidanza e dopo il parto

Puoi prenotare per te, o fare un regalo

Cosa aspetti?

Puoi prenotare per assicurarti un incontro tutto dedicato a te e al tuo bimbo

oppure

Cogliere l’occasione per fare un regalo ad una tua amica incinta o già mamma e garantirle un posto riservato.

mindfulness come combattere lo stress e l'ansia durante la gravidanza e dopo il parto

Per capire se sei nel posto giusto, leggi le seguenti domande

Ma prima di proseguire con le informazioni, rispondi mentalmente alle seguenti 10 domande per capire se questa offerta può fare per te o per qualcuno che conosci…

In una scala da 1 a 5 (dove 1 corrisponde a mai e 5 corrisponde a sempre) quante volte al giorno ti capita di:

  • Sentirti stressata/o
  • Non riuscire a rilassarti
  • Sentire di non riuscire a fare tutte le cose che vorresti
  • Avere preoccupazioni, ansie, paure
  • Giudicare te stessa/o
  • Avere pensieri negativi verso il futuro
  • Non riuscire a goderti il momento presente
  • Rimuginare sul passato
  • Credere di non riuscire ad avere tempo per te stessa/o
  • Non riuscire a concentrarti completamente su ciò che stai facendo

Se hai dato un punteggio pari o superiore a 3 ad almeno 4 domande, significa che ti trovi nel posto giusto e che questi percorsi possono aiutarti a ristabilire equilibrio nelle tue giornate e supportarti nell’affrontare con uno sguardo diverso le sfide quotidiane.

Provare per credere!

mindfulness come combattere lo stress e l'ansia durante la gravidanza e dopo il parto

Quali tecniche potrai imparare

Siamo Elena ed Elisa, entrambe mamme, con voglia di mettere a disposizione le nostre professionalità, competenze e formazioni per aiutare altre donne e mamme come noi, che si sono trovate o si trovano in difficoltà durante la gravidanza, dopo il parto o in generale nella nuova vita da mamma.

Per sapere qualcosa in più di noi e scoprire le nostre storie, puoi curiosare nei nostri siti web www.elenacaracciolo.it e www.vivereloriente.it.

mindfulness come combattere lo stress e l'ansia durante la gravidanza e dopo il parto

Ti insegneremo tecniche di Mindfulness, Rilassamento, Respirazione, Meditazione, Massaggio, Yoga, Comunicazione – in base a quale tipo di percorso realizzeremo per te ed alle tue esigenze – da poter integrare all’interno della tua vita quotidiana, senza dover modificare la tua routine.

Tecniche rivolte sia alla mamma che al bambino, per instaurare un rapporto di serenità e fiducia, spesso ostacolato dalla frenesia imposta dalla quotidianità e dalle paure – anche inconsce – che stanno emergendo a causa del Covid.

Ti insegneremo a prestare attenzione, ma in un modo particolare, con intenzione, al momento presente, in modo non giudicante, per coltivare una più piena presenza all’esperienza del momento, al qui e ora.

Ti insegneremo una pratica adeguata e adatta ai tuoi contesti quotidiani, all’esperienza di vita normale che sperimentiamo tutti i giorni.

Ti insegneremo un approccio che possa aiutarti a metterti in una diversa relazione con situazioni di stress, disagio e ansie verso il futuro.

mindfulness come combattere lo stress e l'ansia durante la gravidanza e dopo il parto

Questi percorsi sono rivolti proprio a te se

  • Ti capita di dover affrontare momenti di stress, sensazioni di disagio, ansie verso il futuro
  • Ti accorgi di non riuscire a goderti completamente il momento presente
  • Stai vivendo il “baby-blues” nella fase del post parto
  • Hai voglia di imparare dei metodi da poter integrare nella tua routine per ritrovare serenità
  • Senti di non riuscire ad entrare in sintonia con il tuo bimbo e il tuo ruolo di mamma
  • Hai bisogno di osservare ciò che ti succede con un diverso sguardo
  • Prendere consapevolezza dei tuoi stati d’animo

mindfulness come combattere lo stress e l'ansia durante la gravidanza e dopo il parto

Prenota QUI il tuo incontro o chiedimi maggiori informazioni.

Gli incontri potranno essere svolti a distanza in totale sicurezza tramite modalità online.

2° Edizione di Mamma… E adesso? Non sei sola! Conosciamoci e confrontiamoci: 4 incontri gratuiti ONLINE rivolti a donne in gravidanza e mamme con figli 0-12 mesi

2° Edizione di Mamma… E adesso? Non sei sola! Conosciamoci e confrontiamoci: 4 incontri gratuiti ONLINE rivolti a donne in gravidanza e mamme con figli 0-12 mesi

Incontri tra mamme per aiutarsi, scambiare consigli ed esperienze, condividere esigenze ed imparare insieme!

Sono aperte le iscrizioni per la seconda edizione dell’iniziativa “Mamma… E adesso?  Non sei sola! Conosciamoci e confrontiamoci”.

L’iniziativa – 2° Edizione

4 incontri gratuiti online – su Skype – rivolti a donne in gravidanza e mamme con figli da 0 a 12 mesi circa, in cui si parlerà delle principali tematiche relative ai neonati e alla nuova vita da mamma.

Gli incontri – come per la prima edizione – saranno tenuti da Elena Caracciolo, giornalista e ideatrice del progetto di supporto, ascolto e informazione “Mamma… E adesso?” e interverranno altre professioniste del settore materno-infantile. Tra cui la mindfulness educator Elisa Sanguanini, la farmacista Caterina Scardovelli e la psicologa psicoterapeuta Rachele Sassi.

L’iniziativa è organizzata con la collaborazione del Comitato di Quartiere Rabin e della Farmacia Gamba.

In questa edizione gli incontri saranno online per l’impossibilità di organizzare gruppi in presenza a causa delle norme Covid.

incontri di supporto informazione mamme e donne incinta

La locandina degli incontri

Quando e per Chi

Quando: i lunedì 9-16-23-30 novembre dalle 9.30 alle 10.30.

A chi sono rivolti questi appuntamenti?

A tutte le mamme e future mamme che si sono sentite/si sentono sole in alcuni momenti della gravidanza e del post parto. In particolare in un periodo così critico ed incerto a causa del Covid.

Alle mamme che hanno bisogno di confrontarsi, condividere esperienze, consigli, dubbi, paure, preoccupazioni, felicità.

Alle mamme che vogliono conoscere altre mamme come loro, perché nel diventare madri, a volte, si ha la sensazione di impazzire per poi invece scoprire che tutte siamo alle prese con stati d’animo forti contrastanti e soprattutto mai provati.

Alle mamme che possono essere di aiuto a chi è in attesa del proprio bimbo e sente crescere qualche ansia insieme al pancione.

Alle mamme che lo sono già da diversi mesi e proprio per questo hanno capito che appena sembra di aver imparato qualcosa, ecco che subito si presenta un’altra fase.

Verrà condiviso materiale informativo anche sulla base delle richieste ed esigenze delle partecipanti.

I posti sono limitati. Per informazioni ed iscrizioni: 340.3818270

incontri di supporto informativi online per donne incinta e mamme con bimbi

Per approfondire e curiosare

LEGGI QUI l’articolo di presentazione della prima edizione degli incontri

LEGGI QUI il racconto della prima edizione e come è iniziato il progetto

LEGGI QUI per sapere meglio chi sono e cosa faccio

 

Eventuali variazioni verranno comunicate sia in questo spazio che in modo diretto a tutte le iscritte.

 

“Mamma…e adesso?”. Scrivimi per raccontare la tua esperienza.

Il progetto “Mamma… E adesso?” di supporto, aiuto, condivisione, informazione per neo mamme e future mamme diventa sempre più grande: entra anche tu a farne parte!

Il progetto “Mamma… E adesso?” di supporto, aiuto, condivisione, informazione per neo mamme e future mamme diventa sempre più grande: entra anche tu a farne parte!

Se sei incinta o sei una mamma e almeno una volta ti è capitato di sentirti sola e in difficoltà nell’esprimere il tuo stato d’animo, sei nel posto giusto.

Ho un obiettivo preciso: fare in modo che le mamme con cui entro in contatto non si sentano mai sbagliate e rendere sempre più forte la rete di supporto, aiuto e informazione “Mamma… E adesso?”.

donna incinta al tramonto

Questo pezzo mi crea più di una difficoltà.

Per lavoro racconto da sempre ciò che fanno altri e scrivere come sia andato un progetto che ho ideato e organizzato in prima persona, mi sembra davvero auto intervistarmi e insomma non vorrei inciampare nel detto “chi si loda s’imbroda”.

Nel dubbio, comincio dal principio limitandomi ai fatti.

Come è nato lo spazio di informazione, supporto e aiuto per le mamme

Tutto è partito a fine estate 2019, quando ero incinta e ho voluto fare in modo che quella manciata di delusioni e mortificazioni provate in ambito lavorativo “a causa” della mia gravidanza avesse un senso.

Di solito provo a trasformare in positivo ciò che mi accade di negativo…

È da lì che ho deciso di creare il blog “Mamma… E adesso?”. Spazio online di informazione, confronto, supporto per donne, mamme, famiglie. Spazio aperto a tutti in cui affrontare le principali tematiche relative alla gravidanza, alla vita da neo mamma, all’essere donna in una società che di certo non ci rende le cose facili.

Avevo iniziato questo progetto proprio partendo dal tema lavoro

Con il trascorrere delle settimane, passo dopo passo, con impegno costante – nonostante mi trovassi nel frattempo alle prese con la mia bimba appena nata – sono riuscita a creare una vera e propria rete di mamme, professioniste in vari settori del mondo maternità/infanzia e a pubblicare interviste ed approfondimenti – usando molto anche il mio profilo Instagram (@elecaracciolo) – riscontrando man mano sempre più gradimento.

Gli incontri

A distanza di un anno ho voluto che il mio progetto di supporto, ascolto e informazione “Mamma… E adesso?” uscisse dalla realtà virtuale del web per iniziare a fare i primi passi anche in uno spazio fisico. Così è nata l’iniziativa “Mamma… E adesso? Non sei sola! Conosciamoci e confrontiamoci”: incontri gratuiti rivolti alle mamme, per aiutarsi, scambiare consigli ed esperienze, condividere esigenze ed imparare. Credo fortemente nell’importanza del gruppo, della condivisione, della relazione.

Un’iniziativa in collaborazione con il Comitato di Quartiere Rabin – comitato del quartiere dove si sono svolti gli incontri – e con un importante riconoscimento: il patrocinio del Comune di Mantova.

Anche la farmacia Gamba di Porto Mantovano ha creduto nel progetto, sponsorizzando gli appuntamenti con dei buonissimi – e utilissimi – prodotti in omaggio.

locandina incontri mamme mantova elena caracciolo

La locandina degli incontri

Una rete sempre più solida per aiutare le mamme e non farle sentire sole

Nell’epoca in cui tutto è sempre più tecnologico ed online e ci si relaziona tramite community social, post e storie, direct e dirette da dietro uno schermo, ho scelto di creare dei momenti per guardarci in faccia per davvero e in cui esserci a tutti gli effetti. Senza filtri.

Insieme a me, giornalista, esperta di comunicazione, mamma di Beatrice, hanno partecipato agli incontri le professioniste Cristina Brutti (esperta di letture per l’infanzia, ideatrice di “Una Corte… Tante Storie”), Elisa Sanguanini (Mindfulness Educator), Rachele Sassi (psicologa psicoterapeuta) e ha dato un supporto a distanza con del materiale informativo Jessica Mistura (Peer Supporter).

Davanti ai miei occhi c’erano le vere protagoniste: le mamme che mi hanno dato fiducia e si sono iscritte agli incontri. Dietro ognuna di loro c’era un universo di emozioni, stati d’animo, sentimenti contrastanti.

incontri di aiuto supporto gruppi mamme

L’ho raccontato in altri articoli e lo ripeto anche qui: in tanti momenti della gravidanza e nel primo periodo da mamma mi sono sentita sola. Avrei avuto bisogno di qualcuno che mi ascoltasse e magari mi consigliasse, sì, che mi guidasse verso informazioni utili, ma senza mai giudicare. Avrei avuto bisogno di sentirmi giusta così com’ero in ogni momento, non sbagliata e inadeguata.

Ecco, il mio obiettivo è fare in modo che le mamme con cui entro in contatto non si sentano mai sbagliate e questa rete che sto costruendo giorno per giorno vuole essere un salvagente a cui ognuna possa aggrapparsi in quelle che sono le fasi più delicate della vita di una donna.

Cosa è successo durante gli appuntamenti

Lo stravolgimento che si vive è impossibile da spiegare fino in fondo

Durante gli incontri abbiamo provato a raccontarcelo e sono successe delle cose bellissime.

In un contesto informale, dove poter essere libere di esprimere qualsiasi pensiero – dal più gioioso al più buio – creare legami ed amicizie.

Abbiamo riso, abbiamo pianto, ci siamo commosse, confidate, abbiamo parlato e ascoltato, siamo state in silenzio, abbiamo respirato. Abbiamo rispettato il nostro essere donne, mamme, future mamme, con le nostre imperfezioni, con le insicurezze, la felicità e la paura insieme.

Uso questo spazio anche per fare pubblicamente le congratulazioni a Gaia e Federica che hanno partorito – a poche ore di distanza – e per dare il benvenuto ai loro piccoli Ginevra e Simona.

incontri di aiuto supporto gruppi mamme

Mi sono subito rimessa al lavoro per cercare di organizzare un altro ciclo di incontri e per rendere l’iniziativa maggiormente strutturata e continuativa nel tempo. Ho presentato un nuovo progetto al Comune di Mantova e sono in attesa di risposte.

Nel frattempo continueranno altre iniziative con tanti sostenitori, partner, collaboratori, sponsor.

Se sei interessata come mamma o come professionista, o conosci qualcuna che possa esserlo, contattami per tutte le informazioni!

 

Ringrazio le ragazze che hanno partecipato agli incontri, le professioniste che mi hanno affiancata, il Comitato di Quartiere Rabin, il Comune di Mantova, la Farmacia Gamba.

 

“Mamma…e adesso?”. Scrivimi per raccontare la tua esperienza. 

 

Coronavirus e bufale – Quale impatto psicologico hanno le fake news, chi colpiscono ed il decalogo per riconoscerle

Coronavirus e bufale – Quale impatto psicologico hanno le fake news, chi colpiscono ed il decalogo per riconoscerle

  • Quali persone sono più portate a credere ad una fake news? Quali sono i risvolti psicologici?
  • Come riconoscere una bufala da una notizia vera? Come evitare di diffonderla?

Le risposte non sono affatto banali. Le domande sono quelle a cui ho cercato di rispondere insieme alla psicologa psicoterapeuta Rachele Sassi, che ha avuto l’idea di scrivere questo articolo a quattro mani.

Rachele Sassi psicologa psicoterapeuta

Rachele Sassi

Il tema è attualissimo ed è quello delle bufale.

Ti è mai successo di credere ad una notizia falsa?

La dottoressa Sassi ha trattato il lato dei risvolti psicologici causati dal fenomeno delle fake news, mentre io mi sono occupata del decalogo – lo trovi in fondo all’articolo – per riconoscere una notizia falsa ed evitarne la diffusione.

Nella situazione di emergenza che stiamo vivendo a causa del Coronavirus, una delle cose da NON fare per evitare l’alimentarsi di stati d’animo come ansia e panico, è farsi ingannare dalle notizie false – le bufale – e diffonderle.

Informarsi in modo corretto è fondamentale.

Ognuno può contribuire a limitare la divulgazione di fake news, che in momenti di difficoltà generale non fanno altro che aumentare il malessere e creano confusione.

Ci troviamo in una condizione di Infodemia: cos’è?

In questo periodo di emergenza Covid-19 sempre più persone si mettono alla ricerca di informazioni e aggiornamenti rispetto all’emergenza che stiamo vivendo, consultando con maggiore frequenza i social. Sarà capitato anche a te.

Testate giornalistiche, siti istituzionali e pagine personali scorrono una di seguito all’altra sulla bacheca, senza che sia possibile, in un primo momento, distinguerle.

Siamo in una condizione di Infodemia. Ovvero – come da definizione Treccani – di circolazione di una quantità eccessiva di informazioni, talvolta non vagliate con accuratezza, che rendono difficile orientarsi per le difficoltà di trovare fonti attendibili.

La nostra mente è continuamente stimolata da una gran mole di parole e immagini. In una successione così rapida, che è difficile rimanere indifferenti.

Il processo emotivo

Ciò che scorre sotto i nostri occhi viene registrato con grande rapidità. Ancor prima di riuscire a chiederci se ciò che leggiamo sia vero oppure no, il nostro cervello ha già processato emotivamente quanto letto, scatenando una reazione diversa per ciascuno di noi. Stupore, paura, angoscia, allarme.

In genere la maggior parte delle persone è in grado di andare oltre all’impatto emotivo di quanto legge, ed attivare una via cognitiva di processamento dell’informazione.

Ciò consente di approcciarsi alla notizia in maniera critica, trovando spiegazioni in grado di rassicurare se stessi. – (Non è una fonte attendibile, è solo un’opinione, è palesemente falso, ecc) –

Consente anche di mettere in atto azioni in grado di contrastare la prima ondata emotiva. – (Vado a cercare in rete conferme o smentite di quanto letto).

Ecco chi rischia di essere più attratto da una bufala

Se siamo fortemente stressati o spaventati, difficilmente avremo le energie per dubitare, verificare, fare riflessioni. Pertanto non andremo oltre al primo impatto emotivo. La convinzione di aver trovato la verità ci porterà a condividere l’informazione in maniera compulsiva.

La condivisione con gli altri è un atto che ci consente di scaricare le emozioni spiacevoli scatenate da quella lettura. Una sorta di rito per alleggerire la nostra mente e abbassare il livello di stress.

Quali conseguenze comportano a livello psicologico le fake news

Le fake news sono come un virus che si diffonde attraverso le paure delle persone. Amplificano il bisogno di trovare risposte in grado di diminuire l’ansia. Si nutrono dell’incertezza e del bisogno di riferimenti certi, e mai come ora trova terreno fertile nelle nostre vulnerabilità.

Ci sono alcuni aspetti psicologici a medio e lungo termine.

La ruminazione mentale (rimuginio), i pensieri ossessivi, l’insonnia, il panico, la rabbia.

Diffondere le bufale amplifica la portata di questi sintomi nella comunità, alimentando il diffondersi di altre notizie simili e facendo da cassa di risonanza a sintomi psicopatologici. Vengono colpite soprattutto le persone più fragili e spaventate.

Il decalogo per riconoscere una bufala ed evitarne la diffusione

  • 1 VERIFICA LA FONTE

Approfondisci la provenienza della notizia che stai leggendo, chiediti ad esempio se il sito web (oppure la pagina Facebook o di altro social..) è attendibile, controlla con attenzione il link.

  • 2 CERCA FONTI ATTENDIBILI

Informati tramite siti web e canali di Organi ufficiali ed Istituzioni, ad esempio il sito web del Governo.

  • 3 VERIFICA QUANDO È STATA SCRITTA LA NOTIZIA

Controlla che la data di pubblicazione della notizia che stai leggendo sia recente.

  • 4 NON FERMARTI AL TITOLO

Prenditi un momento e leggi il testo fino in fondo, senza farti ingannare dal titolo sensazionalistico acchiappa-click.

  • 5 CERCA INFORMAZIONI SU CHI SCRIVE

L’autore della notizia potrebbe non essere esperto del tema e nemmeno un giornalista.

  • 6 FAI UNA SECONDA RICERCA

Tieni a mente che le bufale sono costruite apposta per attrarre chi legge, quindi vai su Google e cerca se la notizia che stai leggendo è una bufala/fake news, in modo da avere una ulteriore conferma.

  • 7 FATTI VENIRE DEI DUBBI

Poniti delle domande in merito a quello che stai leggendo, chiediti come mai ti ha attirato più di altri, se può essere vero o se in quel momento ti fa comodo crederci, ad esempio perché cercavi una risposta che non trovavi da altre parti.

  • 8 NON DIFFONDERE NOTIZIE DI CUI NON HAI CERTEZZA

Evita di condividere e divulgare link, articoli, foto, video, messaggi, messaggi vocali, se non hai la certezza che si tratti di notizie vere, provenienti da fonti attendibili e verificate.

  • 9 SEGNALA LE BUFALE

Quando trovi una fake news/notizia falsa, segnalala con i sistemi che mettono a disposizione i social, oppure nel caso di whatsapp rispondendo a chi te l’ha inviata chiedendo di interromperne la diffusione.

  • 10 RICORDA CHE IL TUO RUOLO È IMPORTANTE

Anche il tuo contributo è fondamentale per evitare la circolazione di bufale, quindi tieni a mente di avere una responsabilità e considera con attenzione tutti i punti sopra prima di agire.

-> CONSULTA QUI LA PAGINA WEB UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA SALUTE CON LE PRINCIPALI BUFALE IN CIRCOLAZIONE SUL CORONAVIRUS 

-> CONSULTA QUI LA PAGINA WEB UFFICIALE DELL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’ CON I NUMERI DELL’EMERGENZA CORONAVIRUS AGGIORNATI

 

Colgo l’occasione per ringraziare chi aveva partecipato alla raccolta fondi per l’ospedale Carlo Poma di Mantova. Ne avevo parlato QUI.

Ringrazio Rachele Sassi per l’idea e per il prezioso contributo a questo articolo.